Web Agency, Web Design, Agenzia di Comunicazione, ecc. Cosa significa e che importanza hanno?
Capire permette di orientarsi meglio per cogliere tutte le opportunità del digitale.

La comunicazione online ha infinite possibilità che hanno letteralmente cambiato regole e strategie. Ogni business dovrebbe sapere come sfruttarle al meglio. Ma le domande che frenano esistono, così come le incertezze dovute ad un linguaggio e a ruoli spesso difficili da interpretare. Questa sintetica raccolta delle principali parole della comunicazione digitale può aiutare a comprendere per agire consapevoli. Buona lettura.

30 settembre 2019

BRAND: definizione.
“È l’insieme delle aspettative, storie, memorie e relazioni che prese complessivamente contano per la decisione del consumatore di scegliere un prodotto o un servizio piuttosto che un altro”. Seth Godin

BRAND IDENTITY: definizione.
È l’insieme degli elementi di riconoscimento da parte di un consumatore di un brand (nome, logo, payoff, ecc) e l’insieme dei valori imprenditoriali che identificano un’azienda, i suoi obiettivi, la sua personalità la statura della marca. Quando si compra un prodotto spesso lo si fa perché viene riconosciuto il marchio: bastano il colore della confezione o un logo per riconoscere l’azienda.
Anni fa, in Italia, la notorietà di un brand si costruiva quasi esclusivamente con la pubblicità, in maggior parte televisiva. Negli ultimi anni è cambiato il mondo della comunicazione e le relative dinamiche perché sempre più utenti e consumatori utilizzano Internet. Oggi la percezione del marchio si può sviluppare posizionandosi meglio sul Google, aumentando le recensioni sui portali di e-commerce, con i blog e i social network che consentono interazione e condivisione di esperienze. Queste sono le nuove forme di crescita della Brand Identity che uno studio grafico, meglio se inserito in una web agency veramente esperta in comunicazione, possono garantire.

WEB AGENCY: definizione
Agenzia di servizi legati alla comunicazione d’impresa che ha competenze approfondite in tutto ciò che riguarda il web. Si identifica immediatamente con un’agenzia di comunicazione che realizza perlopiù siti internet, ma oggi questo concetto è ampiamente superato. Il mondo digitale odierno è veloce, fluido e in continua evoluzione.
Le aziende hanno la necessità di poter utilizzare tutti i canali che la comunicazione offre, quindi oltre all’online, anche l’offline, perché la carta non è morta. Una web agency deve essere quindi ben strutturata, con personale dotato di competenze trasversali, in grado di presidiare ogni settore della comunicazione digitale e tradizionale: dal sito internet ai social, dal web al catalogo tradizionale, dal video con drone ai rendering in 3D, dai software open source all’integrazione con i gestionali aziendali, dalla stampa alle campagne DEM.

WEB DESIGN: definizione
Il web design è l’insieme di attività per la realizzazione di un sito internet: progettazione grafica, produzione con la scrittura dei codici (HTML e CSS), post produzione, test in area riservata e infine la pubblicazione online. Il ruolo del web designer è fondamentale.
Deve essere un professionista con esperienza, in grado di collaborare con altri tecnici (programmatori, esperti SEO, social media manager) e soprattutto con il cliente. L’obiettivo irrinunciabile è ottenere un sito web veloce e intuitivo nella navigazione, accessibile da qualsiasi device e compatibile con le esigenze degli utenti e dell’azienda committente.

CONTENT MARKETING: definizione
Creazione di contenuti di qualità (testi e immagini in grado di spiegare, informare, intrattenere, divertire o educare) per attrarre utenti/lettori/clienti verso uno o più strumenti di comunicazione: ad esempio un blog, un sito internet aziendale, una pagina Facebook, una campagna DEM, ecc, con l’obiettivo di aumentare contatti, generare vendite e fidelizzare i clienti.
Content marketing significa business, clienti, lettori, voti, opportunità.

SEO Search Engine Optimization: definizione
Tradotto significa letteralmente “ottimizzazione per i motori di ricerca”, nella sostanza ottimizzazione di un sito internet per Google, migliorando la sua posizione nelle pagine ottenute ricercando determinate parole chiave (keyword) nei risultati non a pagamento (annunci ADS), detti risultati organici.
Le pratiche e le strategie per ottenere buoni risultati nel posizionamento organico riguardano il miglioramento della struttura del sito perché innanzitutto non deve avere errori, deve essere veloce nel caricamento, il codice deve essere “pulito”, i contenuti devono essere di valore (testo, immagini, allegati, ecc) e garantire la migliore esperienza all’utente.
Perché le attività SEO per l’ottimizzazione e il posizionamento di un sito internet sono così importanti? Secondo l’ultimo CTR Study, il primo risultato di Google garantisce mediamente il 33,70% dei click. Il secondo si ferma al 17%. Cosa significa questo? Che i primi due siti si portano via la metà dei click! Chi è in decima posizione, invece, si deve accontentare di un misero 1,57%, pur essendo in prima pagina.

WEB MARKETING: definizione
È il mix delle azioni e degli strumenti utilizzati per lo sviluppo del business aziendale sfruttando la comunicazione online. In estrema sintesi il marketing in internet usando i social network, i motori di ricerca, i blog, i video, le campagne di e-mail e soprattutto il sito internet.
Perché una buona strategia di Web Marketing è indispensabile oggi, sia per le grandi aziende, sia per le piccole o micro società? Semplice: siamo sempre più presenti in rete attraverso il mobile e i siti web per informarci e acquistare. A gennaio 2018, secondo HootSuite e We Are Social, ben 4,021 miliardi di persone dispongono di una connessione Internet e navigano in rete. Questo significa che il 53% della popolazione mondiale ha accesso a questo mondo.

E-MAIL MARKETING: definizione
È l’insieme dalle azioni che utilizzano la posta elettronica per contattare clienti acquisiti con lo scopo di fidelizzarli oppure stimolare quelli potenziali per acquisirli.
L’esempio classico sono le e-mail pubblicitarie e le newsletter che normalmente vengono utilizzate per campagne vere e proprie di direct e-mail marketing meglio conosciute con l’acronimo DEM. Queste attività sono molto utilizzate perché hanno costi contenuti rispetto ad altri strumenti di marketing: si utilizza una speciale piattaforma, in alcuni casi gratuita, per la spedizione massiva delle e-mail. Titolo, grafica e contenuti per realizzare una newsletter efficace è meglio siano preparati da un’agenzia di comunicazione. Il fai da te è fortemente sconsigliato, pena risultati vicinissimi allo zero. Ovviamente gli indirizzi mail devono essere autorizzati e trattati secondo le recenti normative sulla privacy. Per avere una gestione ottimale, soprattutto per chi deve promuovere un sito di e-commerce, esistono strumenti di marketing automation che creano dei funnel per invii automatizzati a più livelli che garantiscono ottimi livelli di engagement. Ma, come già scritto, sono i contenuti che contano.

E-COMMERCE o commercio elettronico: definizione
Insieme delle transazioni commerciali che utilizzano la rete internet e che hanno come intento la vendita di beni o di servizi.
Esistono principalmente due tipologie di e-commerce: BTB (business to business) che è lo scambio commerciale tra imprese e il modello BTC (business to consumer) dove le transazioni avvengono tra impresa e cliente finale. Le possibilità di successo di un e-commerce sono legate a moltissimi fattori: la piattaforma o il sito internet dedicato alla vendita, il servizio di assistenza ai clienti e soprattutto la logistica che ha un ruolo fondamentale (gestione del magazzino, spedizioni, gestioni dei resi, ecc). Oltre ovviamente alla tipologia dei prodotti e alla relativa qualità. Occorre infine sottolineare che l’attività di commercio elettronico è molto complessa se non si è ben strutturati e dotati di risorse rilevanti. In questo campo, molto affollato, solo pochi riescono ad emergere e a guadagnare.